IN VIAGGIO NELL’ARTE

La pittura figurativa dialoga con la sua storia e il territorio.

Luciano Sorlini nel 2000 decide di dare vita a una Fondazione, che custodisca la collezione di arte veneta e lombarda di famiglia (XIV- XVIII secolo). Stefano e le sue sorelle, Silvia e Cinzia, sono la seconda generazione di una famiglia di collezionisti appassionati, cresciuti con il culto del Bello. Decidono di aprire le porte della loro fondazione per regalarla ai visitatori, condividendo il loro amore per l’Arte, fino alla decisione di Stefano di portare i loro quadri anche su tessuto, e non solo su tela.

L’interesse di Luciano Sorlini si concretizza principalmente nell’amore per la pittura di figura, un’arte capace di dialogare con la storia e il territorio circostante, avvolgendo il visitatore in un tempo eterno. Così a Calvagese Riviera, dove le colline incontrano il Lago di Garda, oltre 200 dipinti di Giovanni Bellini, Jacopo Tintoretto, Gian Antonio e Francesco Guardi, Gian Battista e Gian Domenico Tiepolo, Gian Gerolamo Savoldo, Callisto Piazza rivivono negli occhi dei visitatori che, fruendone, valorizzano il senso stesso della collezione artistica.

SARTORIALITÀ

Per noi il fatto in italia è una questione di principio.

TYCHEMOS ECCELLENZA ITALIANA

L’ambizione dell’eccellenza italiana.

L’ISPIRAZIONE

I due aspetti dell’eccellenza italiana:
l’arte e l’arte del saper fare.

Fondazione Sorlini 09.09.15